TRASFORMA LA TUA IDEA CREATIVA IN PROGETTO

 

 

 

Quando ho fatto la scelta di essere freelance ho appurato che una delle cose che più mi entusiasma è la libertà di essere creativa, senza limiti o vincoli soprattutto esterni. Sono libera di creare servizi o prodotti per i miei clienti seguendo le mie competenze, le mie capacità, ciò che mi appassiona, la mia intuizione..Ma come mettere in pratica un’idea quando sentiamo dentro di noi che è quella giusta? Ti capita mai di dire “si ok mi piacerebbe”… e poi tra il dire e il fare “hai voglia”, con domande del tipo “Sarà l’idea giusta? ne varrà la pena? avrò clienti? insomma confusione e incertezza a volontà.

Poi, eccolo, il timore di dover affrontare un gran carico di lavoro nel quale “ci metterò una vita a realizzarlo” non ne parliamo proprio, fino ad arrivare al quesito principale “da dove comincio?”

Durante i miei corsi ed eventi incontro sempre più persone che hanno un’idea nascosta nel cassetto e hanno molta paura di realizzarla per svariate motivazioni, sapete cosa vi dico? Tiratela fuori, fatela emergere e realizzate il vostro primo passo…sarà entusiasmante!

Carta e penna alla mano e scrivete le vostre idee, io lo faccio spesso e mi aiuta parecchio, un semplice elenco sentitevi liberi, partiremo con il concentrarci su una singola idea, la vostra priorità.

Mettere in pratica un’idea è come un viaggio, non sappiamo mai cosa incontriamo, cosa potrà succederci, come sarà il tempo, gli imprevisti, le delusioni, gli errori sono dietro l’angolo. Se fosse stato facile, non avremmo avuto remore a partire, giusto?

Per questo ti consiglio di concentrarti molto sulla preparazione e il problem solving che inevitabilmente capiteranno durante il tuo viaggio.

Ho pensato di regalarti un piccolo kit da tenere in mente durante lo sviluppo del tuo progetto:

  • Scrivere tutto – Sentiti libero di pensare e di fare collegamenti, ma soprattutto di immaginare nuove soluzioni. Siamo ricchi di pensieri  che annotare tutto potrebbe aiutarti parecchio, per esempio io spesso utilizzo le mappe mentali, mi annoto concetti, non importa la forma, basta che ci sia uno strumento sulla quale recuperare le informazioni in ogni momento.
  • Dividi il tuo viaggio in piccole tappe – più piccole sono più sarà facile raggiungerle. Individua tra queste tappe quelle più importanti, io che mi occupo di Project Management le chiamo “Milestones” pietre miliari sono le fasi intermedie senza le quali non si può vendere nulla, un passo alla volta, piccoli step.
  • Partire dal piccolo per crescere- Se inizi da attività molto piccole sarai stimolato ad andare avanti, otterrai quelle piccole gratificazioni che serviranno a riempire il tuo serbatoio di benzina quando arriveranno “i tempi più duri”
  • Fissa delle scadenze intermedie – una data sul calendario non troppo vicina se no poi ci si demoralizza, realistica, perché la vita accade… l’imprevisto pure, quindi non stressiamoci da soli..e poi vogliamo darci un pizzico di “pepe al…” per raggiungere ciò che desideriamo?
  • Controlla i risultati verifica i tuoi progressi – Cosa non è stato portato a termine? Il risultato è stato raggiunto? Devo inserire qualche altra scadenza? Cosa non mi convince? Mi raccomando ad ogni traguardo Premiati, occorre la giusta carica!
  • Quale problematica risolvi?Se non hai una risposta credibile probabilmente sei sulla cattiva strada.
  • Hai individuato il tuo target? Una buona idea fa sempre riferimento ad un target specifico.
  • Differenziati come approccio – Sicuramente avrai dei concorrenti nel tuo settore, come puoi fare la differenza?
  • Considera il tempo a tua disposizione- Quanto tempo hai?
  • Il tuo Business plan: conoscerlo per non perdere tempo- Se non ne hai mai realizzato uno e hai poche idee e molto confuse, iniziarne uno da zero potrebbe rivelarsi difficile, ma ricorda che è essenziale per poter proporre la tua idea, in quanto ti aiuta a chiarire il tuo approccio al progetto. In merito, puoi leggere qualche libro specifico, una lettura abbastanza semplice e non troppo articolata oppure rivolgerti a me per farlo insieme ovviamente se ti fa piacere.
  • No budget , no party – qui voglio essere sincera con te, se non hai soldi da investire, lascia perdere. Se credi nel tuo progetto allora devi essere disposto ad investirci del denaro. Se non ne hai, due opzioni: Risparmi per poter avviare il progetto o lo molli ..oppure il “Make Itself” ossia “l’arte dell’arrangiarsi”. E’ una strada in salita che ti sconsiglio o che in alternativa puoi sperimentare solo i primi mesi.
  • Delega, ottimizza il tuo tempo!

Ora tocca a te, se hai in mente un progetto in cui applicare questo metodo o sistemare alcuni aspetti e non sai come muoverti, puoi scrivermi a info@rainbow-lab.com

Buon lavoro!